ASTROLOGIA IN LINEA
ASTROMAGAZINE - RUBRICHE - Astri e Gossip

I GENI ZODIACALI DEL ROYAL BABY

a cura di Francesco Astore
 
Clicca sull'immagine

Londra, estate 2013. Tutti ormai si aspettavano una regale creatura Leone visto che si era giunti a quel fatidico “confine”, quello del 29°, punto di passaggio tra un segno e un altro. Era il giorno 22 di luglio e ancora ci si trovava nel delicato momento del travaglio nella linea di confine zodiacale. Confine che delimita in modo preciso, con il prezioso apporto di minuti e secondi, l’appartenenza a un segno e uno soltanto. Il mito della “cuspide” ancora portato avanti da giornalisti superficiali e disinformati è, appunto, un’illusione: lo Zodiaco non permette di stare con un piede in un segno solare e con l’altro in un segno diverso! Si nasce in un determinato segno, come si nasce in una determinata nazione, abbracciandone usi, costumi, idioma, tradizioni. E, a volte, è solo una questione di attimi.

Come in quel scintillante momento in cui è venuto alla luce il tanto atteso maschietto, il principino George (chiamato anche Alexander Louis, Duca di Cambridge) che “doveva” nascere Cancro, sia pure col Sole a 29° 58’ 44’’. Per la cronaca, una manciata di minuti gli avrebbe fatto attraversare la fatidica frontiera dei 30° e lo avrebbe collocato negli 0° del segno successivo. Ma così non è stato e, come molti credevano, l’erede al trono, terzo nella linea di successione, dopo il nonno Carlo e il padre William, è un figlio della Luna. Figlio della Luna (Moonchild) è il modo in cui molti amici astrologici anglofoni chiamano il Cancro per via del Luminare femminile simbolicamente in domicilio nel quarto segno. Condividono il segno solare del piccino, il padre William (Paddington, 21 luglio 1982, ore 21,03) e la compianta Diana (Sandringham, 1 luglio 1961, ore 18,45). E insieme a loro, anche il nonno materno, Micheal Francis Middleton, è nato sotto il segno del Cancro (Leeds, 23 giugno 1949). Un caso?

Per noi che riteniamo sempre significativa ogni “apparente coincidenza”, in una visione seria e moderna dell’astrologia, no, questo non è un caso.
Uno studio sull’astrologia come scienza che trasmette i segni così come si trasmettono i cromosomi trova un’esatta corrispondenza nella verifica dei caratteri natali-ereditari- zodiacali dei figli, dei nipoti, degli avi. Caratteri che addirittura “passano” di generazione in generazione. Senza una spiegazione se non, al momento, la stessa spiegazione che ci dà la genetica. Con l’aggiunta tuttavia che un’insistente “armonia delle sfere” agisca su di noi, malgrado tutte le manipolazioni e i tentativi di artificio che l’umanità si sforza di produrre sull’attuale vita sulla terra.

Ma torniamo al tema del royal boy, nato a Londra il 22 luglio 2013 alle 16, 24.
Ha l’ascendente nello Scorpione e la Luna nel Capricorno.
Prima di passare al tema natale visto da vicino, al completo di pianeti in segni e in case, vorrei focalizzare l’attenzione su come un pianeta generazionale presente nel tema natale di Prince George, transiti quasi in una sorta di “circumnavigazione” costante del cerchio zodiacale, tramandato di stirpe in stirpe.

Questo pianeta è Saturno il quale occupa nel tema del piccolo il segno dello Scorpione.
Non è neanche un caso che il pianeta che costituisce il fil rouge di questo straordinario e affascinante “viaggio generazionale” sia quello astrologicamente deputato al potere, alla razionalità logica, alla rinuncia e alla privazione.
Ha Saturno in Scorpione e in posizione centrale nel suo tema natale anche Elisabetta II (Londra, 21 aprile 1926, ore 2,40), la bisnonna del neo principino.
Ma c’è di più.

Questa posizione è stata condivisa anche dal celeberrimo padre della regina che – guarda caso! – porta lo stesso nome del figlio di William, Giorgio VI (Sandringham, 14 dicembre 1895, ore 3,05), il bisavolo del piccoletto.
A ribadire l’ereditarietà astrologica ci pensa anche il ramo materno del Principe, che mostra la stessa posizione di Saturno in Scorpione in Carol Elisabeth Goldsmith (Londra, 31 gennaio, 1955), nonna materna di Prince George. Continua la linea saturnina - scorpionica la bisnonna paterna, di origine francese, Valerie Glassborow (Marsiglia, 5 gennaio 1924). Come se non bastasse, sia pure nella sfera della parentela orizzontale, anche il diretto zio del principino, Henry (Paddington, 15 settembre 1984, ore 16, 20), è dotato di questa posizione del pianeta.

Quando occupa lo Scorpione, Saturno riporta a un potere che si serve di strumenti intelligenti e si sa adeguare a una realtà in evoluzione. Nel segno scorpionico, troviamo il pianeta dell’intelligenza, Mercurio, che si trova in simbolica esaltazione. L’azione politica condotta da chi ha Saturno in Scorpione, è inflessibile e senza esitazioni. Governano infatti simbolicamente il segno anche i determinatissimi e maschili Plutone e Marte.

Prince George ha una bella componente Scorpione (ascendente e Sole, Mercurio, Giove nella casa cosignificante del segno, l’ottava) che farà di lui un eversore, con un carattere decisamente controcorrente anche se, magari, abilmente occultato e mimetizzato.
La Luna occupa il Capricorno, a voler sintetizzare la personalità della madre che, appunto, è nata in questo segno. La madre regale, la Duchessa di Cambridge, condivide con il suo bimbo un’opposizione Sole - Luna che inverte i segni di Capricorno - Cancro anziché Cancro - Capricorno, come avviene nel tema del principino. Questa singolare combinazione si verifica poiché madre e figlio nascono entrambi in un giorno di luna piena. Un altro caso? Affatto.
La madre ha “passato” al figlio questo aspetto che è più raro di quanto si pensi poiché avviene una volta al mese soltanto. Qui il discorso diventa ancora più interessante perché in quel rapporto così assoluto, così esclusivista e privilegiato che è quello madre - figlio, si scatena la dialettica zodiacale, ovvero l’attrazione irresistibile che lega i segni all’opposizione (e anche quelli tra loro in quadrato). George infatti è Cancro e Catherine Middleton Capricorno: opposti nella ruota zodiacale a 180°, taglio perfetto della circonferenza di 360°. Dialettica che si stabilisce, con le regole dell’attrazione fisico- amorosa, tra Catherine e William e si stabilì ancor prima, con le regole dell’amore filiale, tra Catherine e il padre (Micheal Francis Middleton, un altro Cancro, ricordate?). E se vogliamo, la dialettica si stabilì ancora tra il padre della Middleton e la di lei madre (la nonna francese di Catherine, Valerie, un’altra Capricorno).

Genitori e figli, parenti, coniugi, amanti, tutti legati da un identico aspetto che traccia un’opposizione simbolica in un unico punto dello Zodiaco. E che la vuole ripetere in modo preciso di generazione in generazione fino ad arrivare al pronipote di Elisabetta II.

L’opposizione tra i Luminari non è un aspetto facile e nel tema di Prince George si gioca tra la casa seconda (dove è ospitata la Luna) e la casa ottava (dove si trova il Sole).
Di solito nei temi dei neonati è vietato parlare dei loro destini, preferendo osservare soltanto come sono rappresentate le figure dei genitori. Ma visto che si tratta di un personaggio che dovrebbe perpetrare la dinastia dei re inglesi, non si può far a meno di delineare alcune ipotesi.

Intanto è doveroso guardare come vengono ritratti i genitori nel tema natale del figlio.
Il padre è dolce e affettuoso, ma anche impeccabile e rigoroso: il Sole, simbolo del padre, splende nel Cancro al semisestile di Venere in Vergine ma al quadrato, sia pur largo, di Saturno in Scorpione. Il padre impartisce un’educazione anticonvenzionale al figlio nel rispetto comunque delle regole e delle convenzioni dell’istituto della monarchia. In seguito, sembra essere un genitore molto idealizzato dal figlio adulto per le scelte che indirizza a compiere.
La madre mostra un cuore costante e un felice inserimento nel gruppo famigliare: Luna, simbolo astrologico della madre, nell’assennato Capricorno e nella casa seconda. Non sembra una madre particolarmente espansiva, ma più per dovere istituzionale che per scelta personale. Sembra essere una madre costretta a mostrarsi fredda più di quanto possa esserlo in realtà.

L’opposizione tra il Sole in Cancro - casa ottava e la Luna Capricorno – casa seconda ha indotto molti astrologi a varie considerazioni. È possibile ipotizzare nel destino del principino una qualche forma di privazione che tocchi i genitori, la sua famiglia o, per estensione, la sua patria. Prince George potrebbe non arrivare a governare forse per via di una fine della monarchia nel Regno Unito, oppure la privazione indicata nel tema natale potrebbe non riguardare lui stesso ma coinvolgere le persone dei due genitori o una soltanto. O, semplicemente, l’opposizione potrebbe indicare l’ennesima separazione coniugale (non sarebbe certo una novità!) nella casa reale britannica. Ancora, più banalmente, per un gioco di rinunce, matrimoni, abdicazioni, rimbalzi, tante volte verificatisi nelle linee di successione reali britanniche, l’opposizione Sole - Luna potrebbe individuare un’impossibilità di ascendere al trono da parte del royal boy.

La versatilità del simbolo promette altre speculazioni ancora. L’asse astrologico seconda/ottava parla di immagine e occultamento della stessa (problemi di immagine per via di qualche segreto che si copre?), di denaro custodito e/o ereditato (tracolli finanziari?), di accoglienza nell’habitat e di allontanamento dallo stesso con conseguente “sindrome di abbandono”. E quest’ultima ipotesi, forse, trattandosi di un tenero Cancro con la simultanea lesione della Luna, può essere quella più valida. Pur viziato e protetto, George potrebbe soggettivamente volere ancora di più e soffrire per una sua insaziabile richiesta di affetto che rischia di prolungarsi per tutta la vita. Insomma, la privazione potrebbe essere soltanto sentita come soggettiva e non essere effettiva e reale.

Ad ogni modo, il tema natale contiene in sé elementi di tale sostegno protettivo  da costituire un eccellente talismano contro i colpi dell’avversa sorte.
Uno di questi è la “Stella d’Acqua” che coinvolge la congiunzione Giove - Marte in Cancro in trigono a Nettuno in Pesci e a sua volta in trigono a Saturno in Scorpione. Una esplosiva creatività che potrebbe essere artistica, un’intuizione che sconfina nella preveggenza, un’eccezionale slancio di metamorfosi, costituiscono i principali doni della “Stella”.
Non scordiamo poi l’impatto della combinazione Cancro- Scorpione apportatrice di intelligenza e di folgoranti recuperi dopo le grandi prove della vita. Vere e proprie rinascite da araba fenice sono accompagnate dalla lucidità di una mente finissima, come vuole Mercurio in Cancro e nella scorpionica casa ottava.

Un’ultima notazione astro - ereditaria si scopre nell’ottimo rapporto tra Marte e Giove in aspetto di congiunzione sempre nel segno solare del Cancro. Espressione di piglio grintoso, di autentica passione sportiva, è presente nel tema natale della bisnonna Elisabetta II (congiunzione in Aquario), del nonno paterno Carlo (congiunzione nel Sagittario) e persino nel tema natale del bisavolo Giorgio VI (trigono tra Marte in Sagittario e Giove in Leone).
Ancora una volta, pura coincidenza, semplice casualità.





Copyright (c) 2003 Astromagazine - la rivista di Astrologia online - Tutti i diritti riservati