Mercurio : La comunicazione







Daniela Grazioli


Lei: “ Ciao, come stai? ”- Lui: “In piedi.”

Qualche tempo fa e’ venuto a trovarmi un conoscente insieme ad una sua amica.
Si sono fermati a bere un caffe’ con me e mia figlia, abbiamo fatto quattro chiacchere e se ne sono andati.
Io , segno d’aria , ascendente d’aria , tanti pianeti in segni d’aria, dico a mia figlia, segno d’acqua, ascendente d’acqua :
“ Simpatica, l’amica di Renzo.” e lei: “ A me non piace.” “ Perche’? - chiedo io – Non sei d’accordo con quello che ha detto? A me sembra vero e interessante.”
“ Si’, si’, e’ tutto vero, ma non mi piace ugualmente, non mi sembra sincera.”
Irritata e sbalordita le dico: “ Ma da dove ti viene questa idea? Sei matta? Che cosa ha fatto quella poveretta?” “Niente, non lo so. Forse il modo di guardarsi intorno…, di stare seduta…, non lo so, e’ una cosa che sento, e’ cosi’.”
Fine della conversazione, ero arrivata al solito capolinea: per quanto fossi andata avanti a chiedere e scavare, non avrei ottenuto niente di piu’ che altri: “ Lo sento…Non lo so…E’ cosi’…”.
Permettetemi ora qualche semplice osservazione: durante l’incontro con l’amica del mio conoscente io percepivo e assimilavo soprattutto le cose che diceva, le sue idee, i suoi pensieri che automaticamente valutavo e soppesavo nella loro congruenza e aderenza alla realta’; il resto, il suo modo di guardare, di muoversi, etc., erano lo sfondo che difficilmente avrei percepito se non l’avessi deciso con un atto di volonta’. Per mia figlia invece, le cose si svolgono esttamente all’inverso: lei prima di tutto percepisce ed intimamente sente quello che per me e’ lo sfondo, mentre quanto per me e’ in risalto ed in evidenza per lei diventa lo sfondo.
E’ facile capire allora, perche’ quando parlo con lei mi sembra d’essere su un altro pianeta e cosi’ o lascio perdere, o con una fatica enorme e grande dispendio di energia da parte di entrambe troviamo un provvisorio punto d’accordo.
Scusate questa breve digressione di vita privata, ma mi e’ sembrato un buon metodo per esemplificare le difficolta’ di comunicazione che intervengono tra due persone che hanno un mercurio del tutto antitetico nella loro carta di nascita. E’ mercurio, infatti, l’alato messaggero degli dei, il principale colpevole di tali disastri comunicativi; e’ anche l’artefice pero’ del piacere che proviamo ogni volta che ci capita di capirci al volo con qualcuno, quando basta una parola e gia’ sappiamo che il suo pensiero si snodera’ semplice e chiaro a braccetto del nostro.
Mercurio e’ sempre stato un simpatico ragazzaccio, veloce e brillante, capta al volo le informazioni che gli interessano, ma i suoi interessi cambiano secondo la sua posizione nel tema natale di ciascuno. E’ per questo motivo che in una qualsivoglia relazione e’ di fondamentale importanza che il mercurio dell’uno sia in sintonia col mercurio dell’altro, pena le difficolta’ di comunicazione di cui vi ho parlato.
In generale si puo’ dire che mercurio nei segni di fuoco va d’accordo con quello nei segni d’aria, mentre mercurio nei segni di terra e’ in sintonia con quello nei segni d’acqua. Per vivere bene mercurio preferisce stare all’aria aperta, dove puo’ muoversi con rapidita’ e vedere chiaro attraverso la trasparenza dell’aria, nei segni di fuoco invece e’ facilmente offuscato dall’ardore e dall’impazienza di realizzare le proprie aspirazioni e speranze, nei segni di terra e’ come San Tommaso se non vede non crede, e nei segni d’acqua e’ come l’acqua ogni minimo movimento lo sconvolge.

Mercurio perciò, informa, comunica, scambia, mette in contatto, stabilisce nessi e relazioni. E’ il pianeta del sistema solare più vicino al sole, e anche nel tema natale non può stare lontano dal sole, infatti ha il compito di raccogliere le informazioni adatte per il particolare sole che accompagna, per permettere da un lato la crescita dell’io e dall’altro lo svelamento e il perseguimento del progetto di quel sole. Nella personalità descritta dal simbolismo planetario, mercurio rappresenta lo strumento cognitivo: attraverso i 5 sensi raccoglie le informazioni presenti nell’ambiente interno ed esterno, poi le cataloga, seleziona e mette in relazione, rendendo in questo modo possibile la conoscenza e l’inserimento dell’io nel proprio ambiente, in altre parole l’adattamento migliore per quel determinato soggetto.
Mercurio percepisce con i sensi gli stimoli che attirano e risvegliano la sua attenzione, perché è curioso, veloce ed attento, la sua è un’attenzione selettiva che già in entrata seleziona ed esclude le informazioni che non interessano.
Dato lo stretto connubio che intercorre tra mercurio e i 5 sensi, tale pianeta è particolarmente aderente al piano della realtà concreta, che definisce e conosce imparando e assegnando i nomi delle “cose”, che a poco a poco si costituiscono in una rete di chiare relazioni sia tra loro, sia in rapporto al’io. E’ fondamentale che mercurio nell’espletamento della sua funzione cognitiva impari a distinguere e stabilire chiari confini tra quanto appartiene al mondo interno, soggettivo dell’io e quanto compete invece all’ambiente esterno, deve cioè riconoscere e separare con precisione le impressioni provenienti dall’interno da quelle che nascono dall’esterno, in caso contrario si creano continui sconfinamenti e confusioni tra i contenuti di questi due mondi che nel tempo possono provocare la costruzione di una falsa immagine di sé e della realtà esterna. Tali confusioni ed illeggittime interferenze infatti possono andare dalla semplice “proiezione”, per cui si attribuiscono ad altri pensieri, sentimenti, qualità che in realtà sono nostre, alle allucinazioni vere e proprie in cui i nostri “fantasmi interni” vengono scambiati con la realtà esterna.


Stampa questo articolo


Copyright 2002 © Astrologia online - Tutti i diritti riservati | Privacy | Termini e Condizioni
Il tuo oroscopo del giorno

Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricrono
Acquario
Pesci